fya_marign

Fya Riccione – Marignanese 0-0

Fya Riccione: Barbanti, Conti N, De Luigi, Lunadei (83’ Conti C), Lepri, Righetti, Santucci, Grassi, Zavattini (77’ Facchini), Serafini, Savioli (66’ Casolla). A disp: D’Ercoli, Ricci, Cosmi, Ferma. All. Righetti

Marignanese: Andreani, Sartori, Pasquinoni, Bolzonetti (88’ Politi), Mazzoli, Liera, Cuomo, Bezzi (51’ Santoni), Di Carlo, Brighi (73’ Sorrentino), Torelli. A disp: Passanti,  Mancini, Ballerini, Terenzi. All. Mancini.

Arbitro: Virgilio di Trapani (Dajci – Bertozzi)

Note: giornata soleggiata, spettatori 2500 circa

Ammoniti: Conti N, Santucci, Bolzonetti, Di Carlo, Righetti, Lunadei, Foiera

Era uno spareggio che valeva il campionato e a portarlo a casa è stata la Marignanese a cui bastava un pareggio. Finisce 0-0 il match clou del Nicoletti tra Fya Riccione e Marignanese davanti ad oltre 2000 spettatori, una cornice di pubblico straordinaria per la categoria. Partita nervosa e bloccata come giusto che sia quando ci si gioca il campionato, ma i ragazzi di Righetti possono recriminare per diverse palle gol non sfruttate mentre la Marignanese si è difesa con ordine e grande intelligenza.

Pronti via e al 4’ Zavattini ruba il tempo a Mazzoli e si invola verso la porta, il suo tiro è però sull’esterno della rete; al 6’ Bolzonetti calcia da 30 metri su punizione, il suo tiro è rimpallato dalla barriera, sulla ribattuta lo stesso Bolzonetti colpisce di controbalzo e centra il palo esterno. Numero di Santucci al 10’, l’ala biancoazzurra si libera e calcia dal limite, miracolo di Andreani che devia in angolo: sugli sviluppi del corner mischia in area Grassi calcia e trova Lunadei che non riesce a coordinarsi a due passi dalla porta. La Fya continua a premere collezionando angoli, al 23’ batte Righetti, Zavattini di testa sfiora il palo, al 36’ invece occasionissima per Serafini che si trova la palla all’altezza del dischetto ma tutto solo non inquadra la porta di sinistro, due minuti dopo Santucci si libera sulla destra, il suo sinistro però è alto.

Nella ripresa non cambia il copione della gara, la Fya è obbligata a cercare i tre punti e si spinge in avanti con forza, la Marignanese controlla senza osare.

I primi venti minuti scorrono via senza particolari emozioni, è Grassi ad infiammare il pubblico al 67’ con un destro da 30 metri fuori di poco. Due minuti più tardi azione insistita dei riccionesi con la palla che attraversa l’area 3 volte con cross di Santucci e Savioli ma alla fine gli ospiti si salvano.

Pericolo per la porta di Andreani al 75’: cross teso di Conti dalla destra, Foiera interviene male e sfiora l’autogol, la palla sibila a lato di un niente. All’ 85’ De Luigi salta alla grande di testa su angolo di Righetti, la sua incornata è alta di un niente. La Fya si butta in avanti collezionando angoli e punizioni dal limite ma manca sempre la zampata decisiva che sblocchi lo 0-0 e così la Marignanese può festeggiare la vittoria del campionato mentre per la Fya Riccione la strada per l’Eccellenza dovrà passare dai play off.

Clicca qui per vedere tutte le foto della giornata

copertina_marign

“Fya Riccione – Marignanese come una finale di Champions” – Intervista a capitan Lepri

Capitan Lepri cerca il recupero dopo un mese di stop e suona la carica: “Giocherei anche con una gamba ma decide il mister, per un calciatore è un sogno vivere partite come questa”
“I tifosi sono stati fantastici fino adesso, sabato speriamo si uniscano tanti riccionesi per darci la spinta in più e andare a prenderci l’Eccellenza”

Per un giocatore dilettante può benissimo essere l’equivalente di una finale di Champions League, una partita che per molti può capitare una volta nella vita: sabato al Nicoletti va in scena l’ultimo atto del campionato di Promozione, Marignanese (1a) contro Fya Riccione (2a) separate da un punto in classifica, in palio la gloria e l’Eccellenza.

L’emozione e la tensione in questi casi possono giocare brutti scherzi, in casa Fya Riccione a fare da pompiere, oltre al mister Righetti, ci sta pensando capitan Lepri, il giocatore più esperto, la bandiera della squadra.

Il capitano è out da qualche settimana per un infortunio muscolare, è stato vicino alla squadra sempre, domenica ha vissuto la partita di Dovadola sotto il diluvio, attaccato alla rete come un leone in gabbia, e ora sta cercando il recupero per la Partita con la P maiuscola: “In settimana mi sono allenato e sto proseguendo con la fisioterapia, ci proverò fino all’ultimo secondo, deciderà il mister ma io giocherei anche con una gamba”.

Lepri da buon capitano negli ultimi allenamenti ha studiato comportamenti ed emozioni dei suoi compagni: “Sono tutti sereni, ci siamo allenati come abbiamo fatto sempre quest’anno: ai duemila all’ora! C’è la convinzione che partite come quella di domenica possano essere un’occasione unica nella carriera di un giocatore, ma giochiamo per vivere emozioni come queste, centinaia di giocatori vorrebbero essere in campo, ci siamo noi e dobbiamo essere fieri”.

L’avversario e la sua forza non sono una sorpresa, e il numero 5 riccionese sa benissimo che partita dovrà fare la squadra: “Ci troviamo di fronte ad una squadra di valore, completa e organizzata, altrimenti non sarebbero lì dove sono; hanno a disposizione due risultati su tre e dovremo essere noi a fare la partita, non ci sentiamo inferiori e lo vogliamo dimostrare in campo”.

Una mano importante per coronare il sogno Eccellenza la può dare il pubblico e il fattore campo può essere decisivo: “I nostri tifosi sono stati fantastici fino a questo momento, domenica sono venuti a Dovadola in pullman e hanno tifato per 90 minuti sotto il diluvio, sabato saranno fondamentali e speriamo che a loro si uniscano tanti riccionesi per darci quella spinta in più per andare a prenderci l’Eccellenza”.

Fischio d’inizio del big match sabato alle ore 15.00.

Biglietti: 10€ uomini e 5€ donne, ingresso omaggio per tutti i ragazzi del settore giovanile che si presenteranno con la divisa sociale.

presentaz-

“Mio figlio è un fenomeno” – Venerdì 29 presentazione del libro di Fabio Benaglia

La società sportiva riccionese Fya Riccione organizza la presentazione del libro “Mio figlio è un fenomeno” del giornalista Fabio Benaglia.

E’ salutare, di tanto in tanto, mettere un punto interrogativo a ciò che a lungo si era dato per scontato.

E allora ecco una serata aperta a tutti gli allenatori, genitori, dirigenti, giornalisti, sportivi che vogliono coltivare il dubbio e porsi qualche domanda su come interagire meglio.

Le risposte? Proviamo a cercarle insieme, anche sfogliando questo simpatico e sorprendente libro “Mio figlio è un fenomeno” del giornalista Fabio Benaglia. Una raccolta di testimonianze che fanno sorridere e allo stesso tempo riflettere.

Ci vediamo Venerdi 29 Aprile ore 20:45 Sala San Martino (zona abissinia, sopra il supermercato a fianco sede associazione albergatori).

pivi

Dal settore giovanile alla 1a squadra, Pivi sogna l’Eccellenza

Il 20enne difensore biancoazzurro ha già vissuto da protagonista la promozione di due anni fa. “Non ho mai pensato in quale categoria avrei voluto giocare da grande ma solo che avrei voluto continuare, farlo nella società in cui sono cresciuto è davvero stupendo”

 

E’ cresciuto nelle giovanili, e nonostante i soli 20 anni già ha vissuto da protagonista la promozione dalla Prima Categoria e ora sogna insieme a tutta la squadra la vittoria del campionato e l’Eccellenza.

Alessandro Pivi è uno dei tanti giovani della Fya Riccione, da tre anni è in pianta stabile nella rosa di mister righetti e ora, dopo le due presenze consecutive con Forlimpopoli e Gatteo, si prepara per vivere al meglio le ultime due partite a partire dalla gara in programma domenica a Dovadola.

La storia di Pivi è quella di tanti bambini che cominciano a giocare a calcio vicino a casa per divertirsi sognando magari di diventare calciatori, in tanti a 18 anni o anche prima smettono, lui con caparbietà ha lottato per proseguire: “Non ho mai pensato in quale categoria avrei voluto giocare da grande ma solo che avrei voluto continuare – commenta il terzino biancoazzurro – farlo nella società in cui sono cresciuto è davvero stupendo, mi sono trovato sempre bene e per me è come una famiglia”.

Nel suo processo di crescita è stato molto importante l’aiuto, oltre al mister, dei compagni più vecchi: “Il primo anno di prima squadra ero il più giovane ma mi sono trovato subito alla grande, i “vecchi” Savio, Delu, e il Capitano mi hanno sempre aiutato molto sia in campo che fuori e tutt’ora per me sono un punto di riferimento importante”.

Veniamo ora al suo momento personale, dopo un avvio di stagione non brillantissimo: “Ho avuto un’annata di alti e bassi, ora finalmente sto bene fisicamente e sono pronto a giocarmi le mie carte per gli ultimi 180’”.

Domenica si va a Dovadola, gara che si preannuncia non facile: “Ci aspetta una partita molto complicata, loro ancora si giocano i play off, ma noi sogniamo qualcosa di ancora più grande e dovremo essere bravi a non pensare al match con la Marignanese dell’ultimo turno, facciamo quello che sappiamo fare e non ci saranno problemi”.

Per l’ultima trasferta dell’anno i tifosi stanno organizzando un pullman: “E’ fantastico che i nostri tifosi ci seguano, per noi è uno stimolo ulteriore per far bene; non è da tutti avere un gruppo di persone così vicine alla società che oltre a tifare sono attive nell’organizzare eventi e a dare sempre una mano”.

Appuntamento per domenica a Dovadola, fischio d’inizio alle 15.30

2001

Weekend di alti e bassi per i nostri giovani

Sfortunato ko degli Allievi ’99 che non si qualificano alla fase regionale, vincono Juniores e Giovanissimi ’02, pareggio per i Giovanissimi ‘01

Si avviano alla conclusione i campionati giovanili e nell’ultimo weekend i ragazzi della Fya Riccione hanno festeggiato qualche buon risultato ma hanno dovuto fare anche i conti con lo sfortunato ko degli Allievi ’99 che non sono riusciti a qualificarsi alla fase regionale.

Partiamo da sabato pomeriggio quando la Juniores è scesa in campo per la seconda giornata del girone regionale e ha ottenuto una preziosa vittoria sul Classe. 2-1 il risultato finale per i ragazzi di Ortalli a segno con Ferma e Muccioli (24° centro stagionale) e bravi poi a difendersi in inferiorità numerica negli ultimi 25 minuti; ora la band biancoazzurra si gioca tutto nel match con il Reno Centese in programma sabato in trasferta: serve vincere e sperare che il Granamica non vinca con il Classe.

Veniamo agli Allievi ’99 impegnati nell’ultimo turno di campionato sul campo del Faenza terzo in classifica e staccato di due punti in classifica. Ai giovani di Iachini bastava un pari per accedere alle finali ma la formazione riccionese è incappata nella classica giornata no andando subito sotto e non riuscendo poi a sfruttare la superiorità numerica per ribaltare il match. 2-0 il risultato finale per i faentini e stop ai sogni di gloria per i ’99 di Iachini che hanno disputato comunque una grandissima stagione vincendo il girone provinciale e dimostrando sempre il loro valore.

Turno di riposo per gli Allievi ’00 già vincitori del proprio campionato mentre i Giovanissimi ’01 chiudono la stagione pareggiando 1-1 con il Vallesavio (gol di Sparaventi) e raggiungendo il 4° posto in classifica: anche per loro annata positiva con un ottimo girone provinciale nella prima fase e in corsa fino alla fine per la fase regionale misurandosi con formazioni del calibro del Forlì.

Bella vittoria infine per i Giovanissimi ’02 impegnati nel girone provinciale con tante squadre composte da 2001: i giovani di Carnevali hanno superato 4-2 la Marignanese (3 Stellato, Gioshi) e si preparano per un bel finale di campionato.

Tutti i risultati

Juniores

Fya Riccione – Classe 2-1 (Ferma, Muccioli)

Allievi ’99

Faenza – Fya Riccione 2-0

Giovanissimi ’01

Fya Riccione – Torresavio 1-1 (Sparaventi)

 Giovanissimi ’02

Fya Riccione – Marignanese 4-2 (3 Stellato, Gioshi)

zava_action

Fya Riccione – Gatteo 5-0. Cronaca e tabellini.

Fya Riccione: Barbanti, Pivi, Casolla, Lunadei, De Luigi, Grassi, Santucci, Serafini, Facchini (40’ Ricci), Zavattini (68’ Conti C.), Savioli (73’ Cosmi). A disp: D’Ercoli, Conti N., Sottile, Urbinati. All. Righetti.

Gatteo: Guerra, Iachini, La Pia, Del Bono, Vincenzi (37’ Magnani), Pouye, Comuniello (63’ Gori), Bartolini Y, Golinucci, Pino, Del Prete (67’ Bocchini L.). A disp: Mhua, Bartolini M., Gozzi, Bocchini M. All. Pessina

Arbitro: La Barbera di Ferrara (Fornelli – Imola)

Note: spettatori 300 circa. Giornata calda e soleggiata

Reti: 20’ Santucci, 30’ Zavattini, 62’ Savioli, 67’ Zavattini, 76’ Cosmi

Ammoniti: Iachini, Pivi

Espulso: Grassi al 39’ per fallo da ultimo uomo

Seconda larga vittoria consecutiva per la Fya Riccione che al Nicoletti batte il Gatteo 5-0 nonostante l’inferiorità numerica per 50 minuti e prosegue la corsa in scia alla Marignanese (-1).

Prima frazione di chiara marca biancoazzurra, con i padroni di casa che dominano e segnano ma sul finire potrebbero complicarsi la vita con l’espulsione di Grassi per fallo da ultimo uomo.

Ritmi blandi e nulla di fatto fino al 20’ quando alla prima occasione la Fya va  in gol: Serafini batte velocemente una punizione a centrocampo pescando Santucci a destra, l’alla biancoazzurra salta La Pia in velocità e fulmina Guerra. I ragazzi di Righetti cominciano a spingere sull’acceleratore: al 24’ Savioli ubriaca due avversari sull’out di sinistra, il suo cross dal fondo scorre incredibilmente a pochi centimetri dalla linea senza che nessuno intervenga, al 29’ bel duetto sulla destra Santucci-Facchini, il 9 riccionese si libera al tiro ma la sua conclusione è fuori di poco.

Un minuto dopo i bianco azzurri raddoppiano: lancio di 50 metri di Grassi, Savioli si beve Iachini e apparecchia per Zavattini, il bomber controlla e insacca alla destra dell’incolpevole Guerra

Al 35’ è sempre Savioli scatenato a sinistra, questa volta rientra sul destro, il suo tiro a giro e fuori di poco. Al minuto 39 l’episodio che può cambiare le sorti del match: imbucata centrale del Gatteo, la difesa riccionese è sorpresa e Grassi è costretto al fallo da ultimo uomo, punizione dal limite ed espulsione. Sugli sviluppi girata a lato di poco ma Barbanti controlla.

Nella ripresa ci aspetta un Gatteo all’arrembaggio per riaprire la partita sfruttando la superiorità numerica ma la Fya Riccione gioca da grande squadra e chiude subito il match. Dopo due avvisaglie nei primi minuti (46’ Casolla da sinistra sventaglia sul secondo palo, Santucci conclude da 2 metri ma tutto solo alza incredibilmente,  al 47’ punizione a rientrare dalla destra di Casolla, Zavattini e Lunadei non ci arrivano per un soffio) al 62’ Savioli sigla il 3-0 con un preciso destro dal limite che si insacca sul primo palo. Il Gatteo è sulle ginocchia e i padroni di casa non si fermano: al 67’ Santucci effettua un lancio millimetrico per Zavattini e il 10 riccionese con freddezza incrocia per il 4-0, al 76’ il neo entrato Carlo Conti sulla destra salta l’uomo e appoggia per l’accorrente Cosmi che insacca per il 5-0. Non succede più nulla fino al 90’,  tre punti d’oro per la Fya Riccione che arriva al meglio al rush finale di 180’.

santucci_gol

Intervista a Santucci alla vigilia di Fya Riccione – Gatteo

Santucci carico a mille: “Vinciamo le prossime due e giochiamoci tutto nello scontro diretto”

Intervista all’ala riccionese alla vigilia della sfida col Gatteo: “Il destino è nelle nostre mani, un finale più avvincente non poteva esserci; vietato sottovalutare un avversario che deve ancora salvarsi”.

“Ho trovato un ambiente straordinario, scelta migliore non potevo fare”

Il gol segnato domenica al Forlimpopoli lo ha portato in doppia cifra, gli assist serviti ai compagni non si contano, ma Christopher Santucci, incontenibile ala destra della Fya Riccione non ha intenzione di fermarsi, a cominciare da domenica, quando al Nicoletti arriverà il Gatteo per le terzultima di campionato e con la squadra a -1 dalla capolista Marignanese.

Il 6-1 dell’ultimo turno è stata una bella risposta al ko di Coriano ma ora è vietato distrarsi: “La sconfitta col Tropical brucia ancora, il modo migliore per rifarsi era fare bene col Forlimpopoli e lo abbiamo fatto, ma ora ci aspettano tre battaglie e non possiamo fallire”.

Domenica arriva il Gatteo, avversario sulla carta abbordabile, ma… ”Ma è ancora in piena lotta salvezza e verrà al Nicoletti per portar via punti – sottolinea il 25enne ex Rimini – Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento avuto col Forlimpopoli, senza sottovalutare nessuno”.

Il testa a testa con la Marignanese è destinato a durare fino alla fine, con l’epilogo proprio al Riccione nell’ultima di campionato: “E’ sicuramente un bene che il destino sia tutto nelle nostre mani, non dobbiamo guardare i risultati degli altri ma pensare a vincere queste due partite e giocarci poi tutto nello scontro diretto, un finale più avvincente non poteva esserci”.

Santucci è arrivato a settembre dopo le ultime due annate al Real Miramare e si è trovato subito alla grande in un ambiente che in parte conosceva già: “Conoscevo il mister e alcuni giocatori (Savioli, De Luigi, Zavattini tra gli altri) ma una società così organizzata è stata una sorpresa davvero piacevole. E’ impossibile non integrarsi al meglio in un gruppo e un ambiente del genere”.

Gli obiettivi della squadra erano sicuramente ambiziosi, ma lo stesso Santucci spiega come forse si sia andati oltre alle aspettative: “Si pensava di fare un buon campionato ma credo che si stia facendo qualcosa di importante. Siamo un gruppo straordinario, a livello tecnico ci completiamo alla grande, segniamo tanto e prendiamo pochi gol e poi credo che i giovani, in particolare Conti Nicola e Lunadei, siano cresciuti tantissimo e ci stiano dando quel qualcosa in più”.

In settimana tutta la squadra si è allenata bene e, a parte lo squalificato Righetti, il mister avrà tutti a disposizione: “Torneranno Lepri e De Luigi, – conclude CS7 – due recuperi fondamentali, per il resto ci stiamo allenando forte e siamo carichi per il finale di stagione; speriamo che il Nicoletti sia pieno come sempre per sostenerci, è un valore aggiunto importante avere tanto tifo”.

Appuntamento a domenica, fischio d’inizio per Fya Riccione – Gatteo alle 15.30.

esultanza

Partite weekend 16-17 aprile

1A SQUADRA
Domenica – h. 15.30 – Stadio
FYA RICCIONE – GATTEO F.C

JUNIORES
Sabato – h. 16.00 – Stadio
FYA RICCIONE – CLASSE

ALLIEVI ’99
Domenica – h.10.30 – Faenza
FAENZA – FYA RICCIONE

ALLIEVI ’00
Riposo

GIOVANISSIMI ’01
Domenica – h. 10.30 – via Arezzo
FYA RICCIONE – TORRESAVIO

GIOVANISSIMI ’02
Sabato – h. 15.30 – via Arezzo
FYA RICCIONE – MARIGNANESE

allievi-99

Giovani, weekend tra luci e ombre

Vincono solo gli Allievi ’99 che volano al 2° posto, pareggio per Juniores e Allievi ’00, ko le due formazioni Giovanissimi

Weekend in chiaroscuro per le giovanili della Fya Riccione che nell’ultimo turno dei rispettivi campionati devono fare i conti con una vittoria, due pareggi e due sconfitte.

Sabato pomeriggio primo impegno delle fasi regionali per la Juniores che impatta 2-2 al Nicoletti con i bolognesi del Granamica al termine di una gara equilibrata ed emozionante. Partenza sprint per i ragazzi di Ortalli avanti 2-0 dopo 4 minuti con le reti di Pari e Urbinati, ma i biancazzurri non riescono a chiudere i conti e subiscono il ritorno degli ospiti che accorciano a metà primo tempo e pareggiano nel finale; sabato seconda giornata sempre in casa con il Classe.

Preziosa vittoria invece per gli Allievi ’99 che superano 3-1 l’Alfonsine al Nicoletti (Valentini, Protino, Tamagnini O.) e grazie alla contemporanea sconfitta del Faenza raggiungono il secondo posto valevole per le finali regionali. Ora la band di Iachini è attesa per l’ultima giornata proprio dal Faenza per lo scontro diretto decisivo.

Dopo la vittoria del campionato ottenuta mercoledì, primo pareggio dell’anno per gli Allievi ’00 che a San Mauro Pascoli impattano 2-2 con le reti di Ioli e Amaducci; anche per loro ultimi impegni in vista delle finali con le vincitrici degli altri gironi.

Finiscono ko i Giovanissimi ’01 che non hanno potuto nulla contro la corazzata Forlì (squadra costruita per disputare i campionati nazionali) e sono usciti sconfitti 5-0; per i giovani di Pazzini, nonostante l’ottima stagione, la sconfitta ha sancito l’addio ufficiale alla successiva fase regionale.

Sconfitta anche per i Giovanissimi ’02 di Carnevali superati 6-1 dall’Accademia Rimini (a segno per i riccionesi Mussoni)